.
Annunci online

  generosobruno
 
Diario
 



5 agosto 2011

L’Irisbus, nella crisi irpina, è solo la punta dell’iceberg.

 

Irisbus, Umberto Ranieri, dal governo occorre serietà e risposte concrete.
 
Umberto Ranieri: “E’ inaccettabile che la Fiat si proponga di liquidare l’unico impianto italiano per la produzione di autobus Irisbus. Si tratta di un impianto collocato nel cuore del Mezzogiorno, nella Valle Ufita, nella provincia di Avellino. Un impianto, tecnologicamente, tra i più avanzati d’Europa nel settore che, compreso l’indotto, dà lavoro a più di duemila persone. La condotta della Fiat appare, per questo, del tutto pretestuosa. Chiediamo che il governo predisponga, una buona volta, il Piano nazionale per il trasporto urbano e impegni una quota dei fondi FAS per consentire, alle regioni, il rinnovo del parco autobus, a cominciare dalla Regione Campania.
E’ indispensabile che, l’esecutivo, faccia sentire la sua voce, in particolare quella dei ministri dello Sviluppo, dei Trasporti, dell’Ambiente, tutti e tre, irresponsabilmente, assenti negli incontri svolti con i sindacati e con l’azienda.
Il negoziato riprenderà il 31 agosto, ci auguriamo che il governo vi partecipi con serietà e proposte concrete. In queste settimane occorrerà mantenere, forte, la mobilitazione e l’unità tra i lavoratori”.
 
“Come sapete – rivolto ai lavoratori Irisbus – il Presidente, Giorgio Napolitano, è impegnato su molti fronti. Sono, però, sicuro che troverà parole e atti necessari per manifestare il suo sostegno ai lavoratori”.
 
 
 
 
 
Bruno: “L’Irisbus, nella crisi irpina, è solo la punta dell’iceberg”.
 
Generoso Bruno: “In Valle Ufita, con l’Irisbus, nella difesa di uno dei più importanti presidi produttivi di questa provincia, si gioca, per l’Irpinia, la partita della vita. L’intero processo dell’industrializzazione delle nostre terre si è strutturato sulla Fiat e sull’automotive. E’ inspiegabile il ritardo del governo e di certa politica riguardo alla comprensione che il combinato disposto tra crisi e riorganizzazione Fiat potesse non intaccare il tessuto produttivo di questa provincia. Sono spaventosi i dati riportati, l’altro giorno, nello studio de “Il sole 24 ore” relativi all’Irpinia. Sono oltre ottanta, le vertenze sindacali aperte e quasi quindicimila i lavoratori che in questo momento rischiano il posto di lavoro. La vertenza Irisbus, con i suoi settecento più, nazionalmente, gli altri duemila lavoratori dell’indotto, è solo la punta di un iceberg. L’uscita dalla crisi, per questa provincia, passa, necessariamente, attraverso un chiarimento con il gruppo del Lingotto. E’, dall’annuncio del piano “Fabbrica Italia”, che, stabilimento per stabilimento, c’è bisogno di una verifica capace di misurare le intenzioni di Marchionne e del gruppo Fiat. Un governo serio, per difendere una delle province tra le più industrializzate del Mezzogiorno, dovrebbe essere capace di questo intervento”.


2 agosto 2011

FIAT: IRISBUS, OPERAI A LAVORO PER PROTESTA.

19.24 - FIAT: IRISBUS, OPERAI A LAVORO PER PROTESTA.

(AGI) - Avellino, 2 ago. - Torneranno in fabbrica per lavorare, rimuovendo il presidio attuato dinanzi ai cancelli un mese fa. I 700 operai della Irisbus Iveco di Flumeri, in provincia di Avellino, in queste ore stanno decidendo per la singolare forma di protesta in concomitanza con il vertice interministeriale di domani a Roma con sindacati e rappresentanti di Fiat. Dopo una giornata trascorsa con l'occupazione del casello autostradale di Grottaminarda, sulla A16, del raccordo autostradale Avellino-Salerno e un sit in dinanzi alla sede di Confindustria di Avellino, i dipendenti attendono risposte concrete dal governo sul futuro dell'unico stabilimento italiano che produce autobus e che rischia la chiusura per mancanza di commesse. "La Cgil spera – dice il segretario provinciale di Avellino Vincenzo Petruzziello – che non ci sia bisogno di giungere a manifestazioni estreme, ma allo stesso tempo siamo pronti ad occupare lo stabilimento. Questo può essere scongiurato solo se domani il Governo ed i Ministri si presenteranno all’incontro e proporranno atti concreti per costringere la Fiat a recedere dalla volontà di chiudere lo stabilimento e trasferire la produzione". A sostegno della vertenza anche il Partito Democratico. Il segretario nazionale Pierluigi Bersani, in vista dell'incontro di domani, ha chiesto che il governo apra un tavolo di trattative nel caso in cui fiat decida di abbandonare lo stabilimento irpino, perche' subentri un'altra grande azienda internazionale nella gestione. Giovedi' prossimo dinanzi ai cancelli della Irisbus si terra' una manifestazione con il responsabile nazionale del forum "Progetto Mezzogiorno" del pd Umberto Ranieri. "Ci siamo mobilitati a livello nazionale- spiega il dirigente provinciale del pd Generoso Bruno- perche' la Irisbus e' un'azienda di interesse nazionale e bisogna  difendere le avanzate possibilità produttive a cominciare dal valore delle maestranze e delle tecnologie presenti”.  (AGI) (AV1)

Foto di Valentina Bruno


2 agosto 2011

Irisbus: Bersani, l’attività dell’azienda deve proseguire.

Pier Luigi Bersani: "E' inaccettabile la scelta di Marchionne di abbandonare la Irisbus, la principale azienda italiana per la fabbricazione di pullman. L'attività della Irisbus deve proseguire. Sarebbe un pessimo segnale se ancora una volta si preferissero forme di assistenza piuttosto che il rilancio del lavoro. Il governo da parte sua deve attuare un piano per il trasporto pubblico e se Fiat vuole andare via, bisogna sostenere l'intervento di un'altra grande azienda di livello internazionale in grado di non disperdere questa grande risorsa dell'industria italiana".



Generoso Bruno: “Pier Luigi Bersani ha presentato alla stampa nazionale la propria dichiarazione sulla crisi dello stabilimento Irisbus in Valle Ufita. La posizione espressa dal Segretario del Partito Democratico, oltre a criticare la scelta del gruppo Fiat ed a sostenere la necessità di un piano nazionale per il trasporto pubblico, introduce nuovi elementi riguardo al ruolo del governo all’interno dell’attuale vertenza. Se Fiat dovesse, anche al tavolo di domani, a Roma, confermare la scelta di voler abbandonare l’Irpinia, il governo dovrà sostenere, per continuare a produrre pullman in Valle Ufita, l’ingresso di un’altra grande azienda internazionale che, diversamente dal gruppo Itala Spa, sia capace di mettere a valore tutte le potenzialità dello stabilimento ufitano. Le parole di Bersani s’inseriscono in piena continuità con l’incontro tenuto la scorsa settimana a Grottaminarda dal Capogruppo del Pd in Commissione Attività Produttive Andrea Lulli. Occorre, come sostenuto dagli stessi lavoratori, difendere le avanzate possibilità produttive dello stabilimento di Flumeri a cominciare dal valore delle maestranze e delle tecnologie produttive, a partire dalla cataforesi e dalla verniciatura robotizzata, impiegate nella produzione”.  

 
Giovedì, alle ore 18.00, sarò, insieme ad Umberto Ranieri – Responsabile Mezzogiorno del Partito Democratico – dinanzi ai cancelli della Irisbus per incontrare i lavoratori. Ad ogni livello, come Democratici, siamo impegnati a sostenere la difesa delle produzioni per il trasporto pubblico in Valle Ufita”.


sfoglia     luglio        settembre
 

 rubriche

diario
Hirpinia
[G]Banner
Avellino
Comunicati

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Radio SIANI
fondazione PUPI
Les InRockuptibleS
[tr3nta]*
Piazze Democratiche
RIFARE l' ITALIA
deputatiPD
France-Libertés
Italianieuropei
Lavoro & Welfare
Le débat
Ebdomadario
Left Wing
The Frontpage
Le Monde diplò
tamtàm democratico
blogpolitica
RossoFisso
il nostro tempo è adesso
Rete della Conoscenza
Guerriglia Marketing
Sergio BELLUCCI
BrunoBlog
CasinoTotale il blog di MasoNotarianni
Dario Danti
Gad Lerner
Guido Viale il blog
unità a sinistra - Giuliano Giuliani
La Spada nella Roccia
ilBlogdiManu
Mario Perrotta
Libreria Petrozziello - Avellino
Wu Ming
Alternative per il Socialismo
MicroMega
TERRA
Antonio Bassolino
Pierluigi Bersani
Anna Paola Concia
Gianni Cuperlo
Cesare Damiano
Umberto Ranieri
Ugo Sposetti
Nicola Zingaretti
CORRIERE - Irpinia
IL MATTINO - Avellino
OTTOpagine
Cinque Righe
il Ciriaco
Irpinia24
Irpinia News
Irpinia oggi
IrpiniaReport
L'IRPINIA
ORTICAlab
+ECONOMIA
Tu si nat'in Italy
gli ALTRI
IL FOGLIO
Libè
il manifesto
Pubblico
l'Unità
Avellino Rugby
Interisti Leninisti
Javier Zanetti
Vigili del Fuoco - 115

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom